La Massaia Pazza, 25 maggio 2011

“In realtà nessun essere umano indifferente al cibo è degno di fiducia” (M.V. Montalbàn)

C’è chi mi chiama massaia, c’è chi mi chiama signora. Io preferisco soltanto essere me stessa. Racchiudo i piccoli segreti delle arti del quotidiano, piccole ricette tradizionali, gemme per la Pasqua più colorata o per il Natale più accogliente, per un benvenuto alla primavera e per un riparo caldo contro i geloni invernali. Non sono in un solo posto, sono soltanto nella creatività di ognuno. Sono pazza perché non controllabile. Perché tingo di colore quella parte di vita che sembra sobria e un po’ stantia, ma che con un solo tocco puoi tramutare in arcobaleno. Sono nell’accoglienza calda di un uscio e nel rumore del ferro che batte. Sono nelle stagioni, nelle festa comandate e, ancora di più, in quelle che non lo sono. Sono nei bambini e li prenderò per mano, sono negli adulti. Sono pure gli adulti. Sono una massaia, ma non è detto che sia donna. Forse sono soltanto uno stereotipo, creato per tenere nascosta la sorpresa del mio vulcanico pensare. Benvenuti a tutti nella mia cucina, benvenuti nei miei spazi, benvenuti nel mio mondo. Che, a partire da oggi, è anche il vostro.
________________________________________________

Il caldo è ormai arrivato… e che dire…finalmente! Ci voleva proprio questo tepore a scaldare la cucina di Casa Massaia, la voglia di mare ci ha fatto venire in mente questo primo piatto veloce e saporito, semplice nella preparazione e negli ingredienti, le alici poco costose e sempre fresche, le noci che in casa non mancano mai e infine il pane raffermo che non si butta via ma si trasforma.

Ricetta della settimana
SPAGHETTI CON ALICI, NOCI E FORMAGGIO DEI POVERI
Ingredienti: 500gr di spaghetti, 80 gr di noci sgusciate, 10 alici, pane raffermo
Rompete le noci e pestate i gherigli grossolanamente, sviscerate le alici e fatele soffriggere nell’olio con uno spicchio d’aglio per qualche minuto, (altrimenti diventano secche). A questo punto aggiungete le noci spezzettate e fate cuocere insieme per qualche altro minuto.
Intanto, preparate il formaggio dei poveri: spezzettate la mollica di pane raffermo, mettetela in un padellino con l’aglio un po d’olio e lasciate tostare, fate attenzione che non bruci, deve risultare croccante e dorata. Preparatene anche in abbondanza se avete tempo, infatti si conserva facilmente ben chiuso in frigo.
Fate cuocere gli spaghetti, scolateli e versateli nella padella con le alici e le noci, aggiungete a piacere i semi di finocchietto e una volta impiattati spolverateli con la mollica tostata.
Buon Appetito!

Che belle queste giornate di sole… e che belli i miei nuovi occhialoni da Massaia super diva, un problema però è sorto dopo l’acquisto, così grandi, dove li metto? Le custodie sono tristi e occupano spazio, in borsa non li troverei mai e poi si graffiano, e allora che fare? Non mi resta che fare da me un bel portaocchiali col tessuto avanzato dei cuscini…Eccolo per voi
IL PORTAOCCHIALI
Bello, ma come si fa?
Occorrente: Tessuto fantasia (20x 30), macchina da cucire o pazienza ago e filo.
Prendete la striscia di tessuto, fate una piega nella parte superiore (servirà per passare il laccetto/ coulisse e cucitela a macchina sul rovescio.Sempre sul rovescio fate una cucitura laterale in modo da formare il sacchetto, rivoltate, con un ferretto o una spilla fate passare il laccetto nella cucitura superiore, fatto! Il vostro portaocchiali è pronto in 10 minuti.Le misure proposte sono abbondanti, adattatele a quelle dei vostri occhiali.

La massaia, nella sua libreria, ha inserito: Paola Balducchi, Ricette per casalinghi disperati, Newton Compton 2010

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Macondo – La città dei libri

Che giorno è?

maggio: 2011
L M M G V S D
« Apr   Giu »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Palloni di carta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: